Rimedi - Quali esami sono necessari per la diagnosi e quali sono le cure?

Posted on

Egli, in seguito all’anamnesi del paziente e dalla sua storia familiare, all’esame obiettivo procederà alla prescrizione di specifici esami del sangue ed esami strumentali.

Tra gli esami strumentali è utile l’esecuzione di una radiografia che può evidenziare alcune anomalie a livello articolare già nelle prime fasi della malattia. Gli esami ematochimici generali e l’esame delle urine possono evidenziare una elevazione di determinati valori (transaminasi, bilirubina, azotemia, creatinina, ecc. Per questo motivo valori anche di 0 risultanti dalle analisi del sangue per questo specifico anticorpo non devono destare alcun tipo di preoccupazione. Negli ultimi tempi i percorsi diagnostici tesi ad individuare la presenza o meno di artrite reumatoide prediligono, sugli altri test, quello per individuare la presenza di anticorpi anti-citrullina o CCP. Si può trattare infatti di uno dei casi (e sono circa il 20% secondo la letteratura medica) di artrite reumatoide che non fa registrare valori alti di fattore reumatoide. Non esiste un test unico e decisivo per la diagnosi dell’artrite psoriasica. Spesso i pazienti con artrite psoriasica sono mal diagnosticati e individuati come pazienti con la gotta, a causa di elevati livelli di acido urico nel sangue. Teniamo conto del fatto che i reumatismi nel sangue possono manifestarsi anche a 3 anni dalla malattia primaria, perché i germi restano comunque nell’organismo “inattivi”. Le analisi utilizzate per riconoscere l’artrite reumatoide possono essere: L’artrite reumatoide (AR) rappresenta un modello di malattia cronica immuno-mediata.

Quali esami sono necessari per la diagnosi e quali sono le cure?

  • Artrite reumatoide;
  • Osteoartrite;
  • Artrite giovanile;
  • Artrite psoriasica;
  • Artrite reattiva;
  • Artrite infettiva;
  • Gotta;
  • Pseudogotta.

Per l’esecuzione del Reuma test e della reazione di Waaler Rose è necessario ricorrere ad un semplice prelievo di sangue e per questo è consigliabile il digiuno dalla sera precedente.

Patologie reumatologiche: le più frequenti sono polimilagia reumatica, artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico (LES), oltre che le vasculite sistemiche. Dal punto di vista scientifico i reumatismi sono malattie che interessano le articolazioni (artrosi, reumatismi extra articolari che interessano tendini e muscoli, artrite reumatoide, spondiloartriti ecc.). Due tra le più importanti malattie reumatiche sono l’artride reumatoide ed il reumatismo articolare acuto (o malattia reumatica o febbre reumatica). Gli esami del sangue mostrano un aumento dei valori dei globuli bianchi, della velocità di sedimentazione (VES), del titolo antistreptolisinico (TAS) e della proteina C reattiva. Questo autoanticorpo si chiama fattore reumatoide e la sua presenza è un tassello importante nel processo di diagnosi delle malattie reumatiche autoimmuni. L’analisi nel sangue del fattore reumatoide permette quindi di misurare la quantità dell’anticorpo nel sangue. Mentre sono suggestivi di sindrome di Sjögren: Nel percorso di diagnosi il reumatologo può avvalersi di questo esame anche per distinguere malattie reumatiche autoimmuni e non. Tuttavia, le analisi degli anticorpi anti-citrullina sono relativamente moderne, tanto che spesso vengono prescritte come alternativa al fattore reumatoide, ma si pensa che in futuro troveranno largo utilizzo. Il Reuma test, noto anche come Ra-test, è un’analisi di laboratorio prescritta per misurare i livelli di fattore reumatoide nel sangue.

XIX. Artrite reumatoide ed artrosi sono due patologie diverse, accumunate (tra l’altro) da dolore articolare. Quale caratteristiche di questo sintomo le distingue?

  • rigidità articolare,
  • aumento del dolore al mattino,
  • presenza di noduli sotto la pelle,
  • perdita di cartilagine,
  • perdita di massa ossea,
  • calore e gonfiore delle articolazioni.

Per questo motivo la diagnosi di artrite reumatoide è certa solo dopo la conferma da parte di altri esami e test.

I reumatismi nel sangue sono una malattia infettiva nota anche come febbre reumatica perchè hanno la febbre come sintomo principale. L’aumento dei titoli (livelli) di questi anticorpi, noti come Titolo antistreptolisinico (ASO) o DNasi B, possono essere rilevati da esami del sangue eseguiti a 2-4 settimane di distanza. La diagnosi viene posta dal medico sulla base dei sintomi del paziente, sulla sua storia clinica e alcuni esami di laboratorio. Gli esami del sangue da eseguire per l’indagine sono: TERAPIA: E’ importante curare le malattie collegate ai remautismi. Sia l’artrite reumatoide che la spondilite anchilosante sono due patologie reumatiche a eziologia sconosciuta che possono creare notevoli problemi di disabilità. La quinta categoria, quella delle malattie dell’osso, comprende serie patologie come osteoporosi e l’osteomalacia, patologie che spesso vengono confuse fra loro. Nell’ultima categoria, quella miscellanea, vengono infine raggruppate tutte quelle patologie, invero abbastanza rare, i cui segni e sintomi sono definibili come reumatici. Una diagnosi precoce e corretta consente in alcune patologie reumatiche una completa guarigione, mentre in altre un rimarcabile miglioramento della loro evoluzione. Sebbene il fattore reumatoide non possa essere considerato la causa dell’omonima malattia articolare, può quindi contribuire al mantenimento della flogosi sinoviale.

Esistono altri esami che possono essere usati insieme al test degli anticorpi anti-citrullina?

  • segni e sintomi riferiti dal paziente,
  • sintomi di infiammazione,
  • segni di recente infezione da streptococchi del gruppo A.

Il test del fattore reumatoide può essere richiesto insieme ad altri esami relativi a varie patologie autoimmuni, come: L’artrite reumatoide è una malattia articolare infiammatoria di origine autoimmune.

La Febbre Reumatica (o Reumatismo Articolare Acuto) I criteri di Jones furono introdotti nel 1944 come set di linee-guida per la diagnosi della Febbre Reumatica e della Cardite Reumatica. Tutt’oggi l’esame clinico rimane la base della diagnosi di Febbre Reumatica e di cardite, in quanto il ruolo dell’ecocardiografia dovrebbe essere considerato come ausiliario. L’analisi nel sangue del fattore reumatoide permette di misurare la quantità dell’anticorpo nel sangue. Valori alterati di queste analisi possono indicare una patologia a carico dei reni, che si associa spesso a diverse patologie di origine reumatica, come lupus o vasculite. Alcune patologie di origine reumatica provocano leucopenia, cioè un basso livello di globuli bianchi, così come alcuni farmaci possono provocare un abbassamento della quantità di piastrine o dei globuli rossi. Nonostante i dati dell’Organizzazione mondiale della Sanità sostengano siano la prima causa di dolore e disabilità in Europa, infatti, le malattie reumatiche sono ancora inspiegabilmente sottovalutate. In tal caso quali sono gli esami che bisogna fare x vedere se ci sono i reumatismi nel sangue? Sì, i sintomi cutanei sono tra i più importanti della malattia reumatica, tanto è vero che vengono considerati sintomi « maggiori », assieme alla cardite, poliartrite, corea. Tra i criteri minori sono anche inclusi una storia di precedente infezione streptococcica oppure un precedente episodio di reumatismo articolare acuto o di cardiopatia reumatica. E’ utile fare gli esami del sangue nel sospetto di reumatismo articolare acuto? Benché aspecifica, la velocità di sedimentazione degli eritrociti resta uno dei test più importanti per distinguere una malattia reumatica di tipo infiammatorio (reumatismo articolare acuto) dalle malattie degenerative (artrosi). Questi farmaci possono infatti negativizzare i test umorali (del sangue), che sono l’espressione di un processo infiammatorio in atto. Fra gli esami del sangue sono molto utili gli indici di infiammazione (VES, PCR, fibrinogeno). Altri esami di laboratorio importanti per una conferma diagnostica sono il fattore reumatoide e gli anticorpi anti-citrullina (anti-CCP), positivi nella maggioranza dei pazienti.